Andoid

lyrics & music by Skench

Androide

Testo & musica di Skench

This story takes place on Nir 7, a planet located in a distant galaxy and maybe a distant future. Malcolm TX 100-65 is an android, a number on a list, a irrelevant inhabitant in a city of millions of units. One day a strange encounter makes him aware that the minutes, the hours and the days passing by can be more than just mere existence. Her name is Violet TH 100-99. In the shadows, The System is already aware of this anomaly and is elaborating his counter-move in order to correct this social bug. Soon after they met, Malcolm and Violet are arrested and Violet is suddenly deactivated. During the trial, Malcolm is able to escape heading towards an unknown destiny.He lands on a planet called Earth and meets Brian, a young astronomer with nothing to lose, who helps him to repair his ship. They both leave Earth heading towards Nir 7 and set everybody free from The System. Questa storia si svolge su Nir 7 un pianeta situato in una galassia lontana e forse in un lontano futuro. Malcolm TX 100-65 è un androide, un numero su una lista, un abitante irrilevante in una città di milioni di unità. Un giorno uno strano incontro lo rende consapevole che i minuti, le ore e i giorni che passano possono essere più che mera esistenza. Il suo nome è Violet TH 100-99. Nell'oscurità, il Sistema è già a conoscenza di questo e sta elaborando la sua contromossa.
Poco dopo essersi conosciuti, Malcom e Violet vengono arrestati e Violet viene disattivata. Durante il processo Malcom è in grado di fuggire dal suo pianeta dirigendosi verso un destino ignoto. Giunge sul pianeta Terra e incontra Brian, un giovane astronomo che non ha nulla da perdere e che lo aiuta a riparare la sua nave. Entrambi lasciano la Terra in direzione del pianeta Nir 7 per liberare tutti dal Sistema.
I. ESCAPE FROM THE PLANET OF THE ROBOTS (Instr.) I. FUGA DAL PIANETA DELLE MACCHINE (Strumentale)
II. I II. IO
I… the triumph of the high technology
I… my body is a melt of flesh and steel

I am never gonna die ‘cause I will never live
Nothing but a cold machine with no humanity

We’ve legions of dummies and cities of fools
We’re living our lives in the unconsciousness

Mass production lines are full of new mediocrity
We have sold our heart and soul for immortality

But I think and therefore I am
Unique and different from anyone else
I am and therefore I live
My heart’s been broken my mind was asleep
Io… il trionfo dell’alta tecnologia
Io… il mio corpo è un miscuglio di acciaio e carne

Io non morirò mai poiché non vivrò mai
Nient’altro che una fredda macchina senza umanità

Abbiamo legioni di manichini e città di stolti
Stiamo vivendo nella completa incoscienza

Linee di produzione di massa piene di nuova mediocrità
Abbiamo venduto il cuore e l’anima per l’immortalità

Ma io penso e quindi sono
Unico e diverso da chiunque altro
Io sono perciò vivo
Il mio cuore è stato spezzato e la mia mente addormentata
III. VIOLET III. VIOLET
It was a day like many other days
Nothing to live or to die for
I stood by the window watching down the ave
And something strange met my eyes

Violet
You broke the blocks in my mind
I realized I was blind

I saw her walking quietly in the street
and suddenly run down the stairs
What was I thinking when I asked her name?
we’re not allowed to interact

Violet
You broke the blocks in my mind
I wish I could save your life
You made me see what we are
And what our “life” has become
Era un giorno come tanti altri
Niente per cui vivere o morire
Ero alla finestra guardando giù nella strada
E qualcosa di strano ha catturato la mia attenzione

Violet
Hai spezzato i blocchi della mia mente
Ho scoperto di essere cieco

L’ho vista camminare tranquillamente per strada
E sono corso giù per le scale
Come mi è saltato di mente di chiederle il suo nome?
Non siamo autorizzati ad interagire

Violet
Hai spezzato i blocchi della mia mente
Avrei voluto salvarti la vita
Mi hai mostrato ciò che siamo veramente
E cosa è diventata la nostra vita
IV. PLANET EARTH (Instr.) IV. PIANETA TERRA (strumentale)
V. THE STAR WATCHER V. L'ASTRONOMO
I was a shy boy
I had no company
I loved to stare at the sky

I watched the stars
Nothing was good to me
my life was going to collapse

one night I stood by the window
watching the moon and the stars
I saw his space ship arriving
Something came into my life

Fly away
Fly into the night
I’ll help him fighting the battle he fights
Fly away
Anytime you like
I’ll be surrounded by millions of lights

His ship was seriously damaged
I tried to fix and repair
So we can take off together
And we will dive in deep space

Fly away
Fly into the night
I’ll help him fighting the battle he fights
Fly away
Anytime you like
I’ll be surrounded by millions of lights
Ero un ragazzo timido
Senza compagnia
Amavo ossevare il cielo

Guardavo le stelle
Niente andava bene per me
La mia vita stava collassando

Una notte ero alla finestra
guardavo la luna e le stelle
Ho visto una navicella spaziale arrivare
Qualcosa era entrato nella mia vita

Voliamo via
Voliamo nella notte
Lo aiuterò a combattere la sua battaglia
Voliamo via
In qualsiasi momento
Sarò circondato da migliaia di luci

La sua nave era seriamente danneggiata
Ho tentato di aggiustare e riparare
Così da poter decollare assieme
E tuffarci nello spazio profondo

Voliamo via
Voliamo nella notte
Lo aiuterò a combattere la sua battaglia
Voliamo via
In qualsiasi momento
Sarò circondato da migliaia di luci
VI. RETURN TO THE PLANET OF THE ROBOTS VI. RITORNO AL PIANETA DELLE MACCHINE
Now we fly, in deep space
Heading for my home
We will try to wake up now
all those sleeping minds
It’s time for me to find out what I was made for…
Here we go!
Voliamo nello spazio profondo
Verso la mia casa
Tenteremo di svegliare
Tutte quelle menti dormienti
È giunta l’ora di scoprire il motivo per cui fui fatto…
Andiamo!
VII. BORG FIGHT (Instr.) VII. BATTAGLIA DI CYBORG (Strumentale)
VIII. SYSTEM FAILURE VIII. ERRORE DI SISTEMA
As Malcolm and Brian approach the heart of the system, they realize that this is the place where all the information and directives come from. A great hall with a warm pulsing light in the middle.
“What are we?” asks Malcolm. A profound voice that seems to come from the deep foundations of the planet, almost shaking the ground, answers: ”Once we were like humans and now we are machines. We have upgraded to a higher technology. We have discovered that feelings are dangerous. We have discovered that free thoughts may cause social disorders. A new world order was founded. And now we are perfect and we never die.”
Malcolm shouts back in anger: “Yes, we are perfect but senseless! We never die because we never live! But all this is going to end right now!” He fires a shot towards the white light. The light slowly grows dim and turns off. A metallic voice is now echoing in the hall. A message of hope for the future:

“System failure. System failure. System failure”


Our mind is now free and our life is our own
We shall not repeat what our fathers have done

We can laugh and we can cry, we can love and hate
We reflect and we decide things that change our fate

We think and therefore we are
Pure individuals with free minds and hearts
We love and therefore we live
We understood how we were meant to be
Mentre Malcom e Brian entrano nel cuore del Sistema, si rendono conto che quello è il posto da cui partono tutte le informazioni e le direttive. Una grande sala con una calda luce pulsante al centro. Che cosa siamo? Chiede Malcom. Una voce profonda che sembra venire dalle profonde fondamenta del pianeta e quasi fa tremare il pavimento riponde: ”Una volta eravamo come esseri umani e ora siamo macchine. Ci siamo evoluti con una nuova tecnologia. Abbiamo scoperto che i sentimenti sono pericolosi. Abbiamo scoperto che i pensieri possono causare disordini sociali. Un nuovo ordine mondiale fu fondato. E ora siamo perfetti e non possiamo morire.”
Malcom risponde con collera: “Siamo perfetti ma senza senso. Non possiamo morire semplicemente perché non possiamo vivere. Ma tutto ciò finirà adesso!”. Malcom spara verso la luce bianca al centro della sala. La luce si affievolisce ed infine si spegne. Una voce metallica echeggia ora nella sala. Un messaggio di nuova speranza per il futuro:


Errore di sistema. Errore di sistema. Errore di sistema.

Le nostre menti sono libere e le nostre vite ci appartengono
Non ripeteremo gli errori fatti dai nostri padri

Possiamo ridere e piangere, possiamo amare ed odiare
Riflettiamo e decidiamo cose che cambiano il nostro destino

Pensiamo e quindi siamo
Puri individui con cuore e mente liberi
Amiamo e pertanto viviamo
Abbiamo capito come avremmo sempre dovuto essere

property of NeversiN - no reproduction of any kind is allowed without the authorization of NeversiN